tomatin-18yo

tomatin 18 y – 46° alc/vol – highlands -

€ 95,00 Iva Inclusa

1 disponibili

Category

Per la maturazione di Tomatin 18 YO vengono utilizzati due tipi di legni:

Refill Hogsheads e Oloroso Sherry Butts.

Il distillato rimane ad invecchiare nelle due tipologie

per un periodo che dura approssimativamente 15 anni e 6 mesi.

A questo punto il tutto viene miscelato e posto nuovamente ad invecchiare in

Oloroso Sherry Butts per ulteriori 2 anni e 6 mesi. E’ imbottigliato a 46% e non filtrato a freddo.

Note di Degustazione

Colore: Dorato.

Aroma: Scoppi di delizioso sherry dolce con sentore di mele fresche,

cannella, vaniglia, sciroppo d’acero e un pizzico di fumo d’erica.

Palato: Dole e mielato all’inizio con un contorno legnoso.

Si sviluppa in bocca con un morso di agrumi e una traccia di cioccolato fondente.

Finale: Lungo e persistente. Morbido, dolce e asciutto.

LA PRODUZIONE DI WHISKY È STATA FONDAMENTALE PER IL MODO DI VIVERE IN QUESTA ZONA PIÙ PROBABILMENTE DAL 15 ° SECOLO E SICURAMENTE DAL 1897, QUANDO È STATA FONDATA LA PRIMA DISTILLERIA FORMALE SUL SITO – L’INSEDIAMENTO DI TOMATIN È STATA COSTITUITA SOLO COME CONSEGUENZA DELLA RICCHEZZA CREATA DALLA DISTILLERIA .

Le origini della produzione di whisky in Tomatin sono difficili da indicare con precisione – la distilleria formale che opera oggi è stata fondata nel 1897, ma non vi è ragione di credere che la produzione del whisky, anche se illegale, è stata una parte importante della vita nella zona intorno a Tomatin dal 1400.

Il nome stesso offre una panoramica questo passato segreto: “Tomatin” si traduce in “collina del ginepro Bush”, come il legno di ginepro emana fumo, mentre la masterizzazione è stato a lungo uno dei preferiti di distillatori illecite che devono mantenere il loro segreto pratica. Oggi, un edificio conosciuto localmente come “La casa del Vecchio Laird” rimane ancora sul sito della distilleria corrente e si ritiene che questo è il posto dove i mandriani di bestiame che prendono il loro bestiame dal nord della Scozia ai mercati centrali si fermava e riempire le fiaschette da un illecito ancora.

Tuttavia, fu solo nel 1897 al culmine del boom frusta vittoriana che tre uomini, John MacDougall, John MacLeish e Alexander Allan, insieme a una manciata di investitori,
ha deciso di aprire una distilleria formale sul sito e forma Il Tomatin Spey Distretto Distilleria Ltd.

La location scelta potrebbe essere stato ispirato dalla storia della distillazione illegale sul sito, però, pur essendo molto isolata (Tomatin è oltre 1000 piedi sul livello del mare sul lato orientale dei Monti Monadhliath), era anche una posizione molto pratico; accanto a una linea ferroviaria di recente apertura, non lontano da una commercializzazione che si trova poco più di 18 miglia a sud di Inverness – e sul Alt na Frith (che significa ‘Free Burn’), che ha fornito una fonte perfetta per morbido, acqua Highland.

 

L’OTTANTA PER CENTO DEI NOSTRI DIPENDENTI VIVONO ANCORA IN LOCO NELLE CASE DISTILLERIA, IN MODO DA LAVORARE A TOMATIN È MOLTO PIÙ DI UN LAVORO PER I NOSTRI DIPENDENTI; E ‘UNO STILE DI VITA. QUESTO A SUA VOLTA SI RIFLETTE NELLA QUALITÀ DEI WHISKY PRODOTTO; OGNI BOTTIGLIA DI WHISKY CHE FACCIAMO VIENE DISTILLATO CON ORGOGLIO.

La posizione isolata era perfetto in quasi ogni modo, l’unica cosa che non poteva offrire era una forza lavoro. Così, quando la costruzione alla distilleria iniziata, l’architetto è stato incaricato di costruire una serie di case per ospitare i lavoratori della distilleria. Nel corso degli anni il numero delle case in loco ha cominciato a crescere come ha fatto la distilleria stesso e ora ci sono 30 case sul sito che Tomatin continua a offrire ai propri dipendenti.

Case Distillery

In questo momento nel 1897, la domanda di ‘Scotch’ sembrava essere inestinguibile con più distillerie (undici) in costruzione in questo anno rispetto a qualsiasi altro mentre la produzione totale era stato aumentando in modo significativo per un certo tempo.

 

IL PIÙ GRANDE DISTILLERIA IN SCOZIA?
IL MIGLIOR DISTILLERIA IN SCOZIA.

Nel 1956 l’originale due alambicchi, che erano in grado di produrre 120, 000 litri di prova, sono stati raggiunti da un altro paio. Solo 2 anni dopo sono stati aggiunti altri due alambicchi. Una volta che la piena capacità è stato realizzato è stato di nuovo il momento di aumentare la produzione potenziale e il 1961 ha visto il totale conta ancora di raggiungere 5 coppie con un altro singolo ancora unirsi a loro nel 1964.

1974 ha visto l’incremento più significativo per la capacità con il numero totale di immagini fisse raggiungendo il 23 (12 lavaggio e 11 spirito) che richiedono sette cassaforte spirito e con la capacità di produrre circa 12 milioni di litri di alcool all’anno. In questo momento Tomatin era il più grande distilleria in Scozia. Durante questo periodo Tomatin è stato considerato tra i produttori più importanti del mercato e uno dei pochi distillatori di offrire loro make come un single malt – inizialmente un 5yo poi anche a 10yo.

La stragrande maggioranza dei whisky fatto in Tomatin è stato venduto sfuso a società terze ed è stato usato in molti famosi whisky mescolati come J & B, Chivas Regal e Johnnie Walker. Il successo e la dimensione di Tomatin è stato, però, anche la sua fine con il busto degli anni 1980 – vendite al dettaglio di blended whisky diminuita, e così ha fatto domanda
per Tomatin, obbligando la società in liquidazione per la seconda volta.

Tomatin nel 1950

Nei 20 anni prima di andare in liquidazione la crescente esportazione di Scotch Whisky ha fatto sì che il più grande cliente di Tomatin era più grande del Giappone bevande produttore – Takara
Shuzo Ltd. Come Tomatin è stato costretto in liquidazione nel 1984, Takara Shuzo unito le forze con la società commerciale rispettato Okura e acquistato la distilleria, formando la Tomatin Distillery Company Ltd e creando così la prima distilleria scozzese di proprietà completamente giapponese nel 1986.

Da quel momento, l’attenzione si è cambiato e la distilleria è andata sempre più rafforzandosi. C’è stato un cambio di strategia per far crescere il marchio Tomatin a sé stante. La gamma di single malt è attualmente venduto in oltre 50 mercati di esportazione, con altri mercati che viene aggiunto per tutto il tempo. Siamo passati dal più grande, al meglio.